Greenkeeping 2015 a Thun
Martin Sax
 
L'associazione Swiss Greenkeeper Association (SGA) invitava per l'11a volta alla "Greenkeeping". Le imprese partner della SGA, composte di fornitori del segmento di golf, hanno la possibilità di far conoscere i loro servizi e i loro prodotti, intrattenere contatti e magari trovare nuove possibilità.
 
Die beiden Messemoderatoren MartinSax (li) vom d-Ch Vorstand und Norbert Daverat (re) Präsident der francophonen Sektion bei der Begrüssung der Aussteller

Foto da scaricare:   ici

 

L'esposizione Greenkeeping, denominata anche circolo piccolo ma bello, è stata realizzata per l'11a volta. Nel 1994 fu posta la prima pietra di questa esposizione. 3 anni dopo la fondazione della SGA, l'allora presidente, Martin Gadient ospitò gli espositori a Interlaken. Tutte le imprese partner associate alla SGA potevano presentare i loro prodotti e servizi per la prima volta in questo circolo. Già allora. l'evento fu coronato da grande successo, benché la "famiglia" fosse ancora molto piccola. Tanti dei greenkeeper, che oggi sono ancora attivi, ricordano con piacere quel meraviglioso evento di quel mese di aprile. 
Le seguenti Greenkeeping si tennero a Blumisberg (23.04.1996), poi di nuovo a Interlaken (13.05.1998), ad Ascona (29.03.2000) a Signal-de-Bougy (2002) e in seguito al ritmo di ogni due anni a Thun all'Expo di Thun. In base ad un'inchiesta presso gli espositori, ma anche riguardo all'opinione dei membri, il ritmo fu adeguato a quello dell'Öga (fiera-esposizione svizzera più importante del settore verde). Dunque questa volta durò 3 anni finché un'altra Greenkeeping potesse essere organizzata.
L'11 febbraio 2015 era arrivato il momento. 34 espositori presentavano le loro novità, i loro servizi, rinsaldavano i loro contatti e approfondivano le relazioni. Tuttora la "famiglia" dei greenkeeper della Svizzera Tedesca, della Romandia e del Ticino è piccola. Con circa 100 campi da golf, il numero di partecipanti è rispettivamente piccolo ma appunto bello. Ogni visitatore è un cliente potenziale. Non solo per questo gli espositori si presentano da professionisti e nel migliore dei modi. Ecco una novità presso questo stand: un nuovo soffiatore per foglie, un altro stand è stato trasformato in buvette, dove un gruppo discute in modo conviviale su argomenti d'interesse professionale. Con un campione mondiale del bodypainting, il prossimo stand presenta un'attrazione tanto riuscita quanto notevole. Tutto il materiale di manutenzione, dal concime alle semenze, agenti coadiuvanti del suolo, pesticidi, ma anche accessori per campi da golf: dalle coppe per green fino ai paletti fuori limite – c'era proprio di tutto. C'era persino l'intero parco macchine, dalla tosatrice ad alta precisione, fino alla grande sabbiatrice per la sabbiatura dei fairway. Una tessera da timbrare conduceva i visitatori a ogni stand, poiché una tessera riempita dava diritto a una maglietta Puma allo stand SGA. Per aumentare il fascino della fiera, alcuni degli espositori sorprendevano con dei concorsi alettanti. C'erano dei bellissimi premi da vincere, tra l'altro un fine di settimana in Engadina allo stand della SGA, una griglia a carbonella e due cesti con frutta presso Maag/Syngenta, oppure del prosecco con tante bollicine di Creagolf. Le numerose conferme positive dei visitatori e degli espositori incitano a continuare a ripetere questa fiera. "Noi del Goldenberg pensiamo che la fiera abbia trovato una grande approvazione" così per esempio Hans Matzinger, Head-Greenkeeper del golf club Castello Goldenberg. Ci rivedremo sicuramente tra 2 anni.
Un cordiale grazie a tutti gli espositori, ai visitatori, ai colleghi del consiglio d'amministrazione della SGA, ma soprattutto a Erich Steiner e Roman Lampart della ditta Steiner & Partner per la stupenda organizzazione.